25 luglio 2006

Polverosi schemi



Polverosi schemi tracciano il sentiero che la mente percorre,

persi in un limbo senza tempo li percorriamo incerti,
senza il conforto di un intelletto diastratto e incapace
incapace di lacerare il velo ormai consunto dal tempo.

Il vento del sole porta i cosmici suoni che richiamano
le scie delle stelle nascoste nella luce del giorno
a cantar le gesta di antichi fratelli che le percorrevano.

Viandanti di un tempo senza fine e senza principio
evanescenti figli di remote ragioni dell'essere
trasmigratori di una coscienza a cui tutto appartiene.

Nel brutale svolgersi della materia si perde il filo che
unisce il tempo al tempo, memorie labili di confini
perduti nel vento solare che li racconta a silenziose
stelle stupite nello splendore del cosmo

Eleon




...

3 commenti:

imago ha detto...

c'è un'armonia interna ai versi di eleon, anche se non ne capisco il significato

katherine ha detto...

bellissimi versi che affascinano e fluiscono morbidi come musica...

flavia ha detto...

buon fine settimana