21 settembre 2006

Parlami del tuo mondo

Parlami del tuo mondo ?

Non ho un mondo mio, non l'ho mai avuto, vado dove
la vita mi porta, in quel mondo e in quel tempo vivo.

Allora è lunga la tua storia ?

Si, ma si è persa lungo i sentieri del Cosmo, non ha più
importanza in quale punto è iniziata, sono solo tappe di
un lungo cammino, un anello, nel quale percorriamo la
nostra storia, non è solo la mia, è la storia di tutti gli esseri
perchè un'Unica matrice li ha generati e da quel punto
dell'anello il cammino non si è mai estinto, ha preso molte
forme, molti sono i tempi e i luoghi dell'evoluzione.
E' la vibrazione a costruirne la diversità, la stessa nota che
procede all'infinito lungo le ottave della scala musicale.

Ma non sempre la razze vanno d'accordo ?

è vero, nella scuola dell'evoluzione c'è spazio per ogni
esperienza, senza conoscere non si può comprendere
e ogni tempo ha la sua conoscenza e il suo spazio di
evoluzione, la matrice conserva la memoria ma non sempre
è accessibile, se lo fosse non si potrebbe comprendere
l'esperienza che si stà vivendo in quel tempo.
Ogni nota ha il suo timbro, ma ogni nota cambia nel cambiare
della sua vibrazione, non può manifestare tutte le ottave, le deve
percorrere per conoscerle solo così può scrivere la sua sinfonia.

ma allora non si è mai finito ?

Può l'eternità avere fine ?



--

Nessun commento: